4 attrezzi indispensabili in ogni casa

Gli attrezzi del fai da te

Gli attrezzi del fai da te

Il fai-da-te aiuta indubbiamente a risparmiare sulle spese per la manutenzione o l’esecuzione di alcuni lavori necessari nella nostra abitazione, rendendo nel contempo l’ambiente in cui viviamo più comodo, attraente e assolutamente originale. Tuttavia per dedicarci a queste mansioni abbiamo bisogno degli utensili giusti, che semplifichino le operazioni, rendendole accessibili anche ai meno esperti. In questa guida vedremo tutto ciò che occorre per portare a termine i nostri lavori in casa o in giardino in maniera rapida e semplice. Come considerazione generale, ricordate di acquistare sempre strumenti di ottima qualità: l’apparente spesa superiore verrà ampiamente ripagata dalla durata e dal buon funzionamento dell’utensile stesso.

Le cassette degli attrezzi
Chi è alle prime esperienze può puntare su una cassetta degli attrezzi già completa, confezionata con tutti gli strumenti necessari in contenitori appositi: in genere si tratta di attrezzi di ottima qualità, specie se vi affidate a marche sicure come Beta.
Se invece volete personalizzare le vostre trousse in base ai vostri interessi e alle vostre esigenze, vediamo quali attrezzi assolutamente non dovete farvi mancare: anzitutto partiamo proprio dalla cassetta, che potrete scegliere in metallo con apertura a fisarmonica o in plastica. Procuratevi un buon set di cacciaviti a croce e a taglio, che vi serviranno per le riparazioni elettriche, come lavori sugli interruttori o la sostituzione delle prese danneggiate. Quindi procuratevi delle pinze: in linea di massima ve ne basteranno tre, una normale, una ricurva e sottile e una a pappagallo, indispensabile per afferrare i tubi ed eseguire le piccole riparazioni idrauliche. Per quanto concerne le chiavi, sarà importante possederne una serie completa, almeno dalla 7 alla 19: meglio puntare sui modelli combinati, che consentono maggiori utilizzi. Non dimenticate un buon paio di guanti, che vi proteggeranno le mani e faciliteranno alcune operazioni: sceglietene un modello in tessuto tecnico, che vi assicurerà un’ottima presa e soprattutto una grande sicurezza nell’esecuzione dei vostri lavori. Importanti gli strumenti da taglio, come delle semplici forbici, un taglierino e un seghetto con lama da ferro. Infine, alcuni prodotti a corredo da non farvi mancare: colla, vinilica o solida, secondo il tipo di fissaggio richiesto; nastro telato, nastro di carta e nastro isolante; un flessometro; una livella; una squadra; un martello con impugnatura in legno o plastica; matite cosiddette da muratore e da falegname, con mine di diversa durezza; chiodi di diversi tipi e dimensioni.

L’avvitatore
Ve ne accorgete fin dai vostri primi lavori: possedere un buon avvitatore a batteria, che in caso di necessità possa fungere anche da trapano, semplificherà notevolmente i vostri interventi, rendendoli estremamente più semplici e veloci. Potrete così montare i vostri mobili o eseguire gli altri lavori in cui si renda necessario avvitare viti e bulloni in pochi attimi e senza alcuna fatica. Puntate su un modello di qualità, che vi possa garantire delle buone prestazioni anche con l’usura e il passare del tempo: dotatevi inoltre di tutte gli accessori a corredo dell’avvitatore, così da poterlo sfruttare al massimo delle sue potenzialità.

Il seghetto alternativo
Indispensabile per effettuare tagli rapidi e precisi sul legno: sceglietene un modello versatile e sufficientemente potente (generalmente sono sufficienti potenze pari a 300/350watt). L’eventuale presenza di lama orientabile vi faciliterà nella regolazione del vostro taglio.

Il trapano
Ecco il re del fai da te: a seconda del tipo di punta inserita vi permette di forare pressoché qualsiasi tipo di materiale nelle dimensioni desiderate. Alcuni modelli in commercio vi permettono di diversificare la velocità di rotazione del mandrino, adattandosi al meglio al tipo di foro che dovete praticare e all’elemento da perforare: per i metalli saranno da preferirsi velocità più basse, mentre per il legno è meglio usare la velocità più elevata. Se dotato di rotazione reversibile, il vostro trapano potrà essere impiegato anche per lavori di svitatura e avvitatura. Ricordate di dotare il trapano di un opportuno corredo di punte per forare: esistono punte per murature, per legno e per metallo, di diversi diametri e lunghezze. Meglio dotarsi di una serie completa per ciascun tipo, così da avere sempre a disposizione quella che meglio si adatta alle nostre necessità.