Come dare una nuova vita a vecchi oggetti

Meraviglioso divano da vecchio materasso

Meraviglioso divano da vecchio materasso

Su internet spopolano le pagine dedicate al riuso creativo  di oggetti, che pensavamo destinati alla spazzatura: esistono tanti modi originali, talvolta utili, talaltra più che altro simpatici per dare una seconda vita a un ombrello rotto, ad una vecchia caffettiera o a delle mollette per il bucato. Di seguito presentiamo alcuni suggerimenti volti al risparmio. Attraverso questi semplici istruzioni  potrete utilizzare dei prodotti, che già avete in casa e che non utilizzate, per soddisfare delle vostre reali esigenze e non essere così costretti ad acquistare nuovi, costosi oggetti.

Un nuovo divano con un vecchio materasso

Ecco un’idea riuso davvero semplice, adatta anche ai meno esperti e praticamente a costo zero! Se acquistare un divano nuovo è al momento proibitivo, provate a trasformare un vecchio materasso da letto nel soggiorno dei vostri sogni. Basterà stendere a terra un materasso matrimoniale e misurarne la metà, tracciarne una riga retta in verticale con un pennarello e dividerlo in due parti con l’aiuto di un cutter ben tagliente: dovrete arrivare fino alla parte opposta, senza però incidere il tessuto sottostante. A questo punto sollevate il materasso e sistematelo con una parete addosso al muro, mentre l’altra metà andrà posizionata al di sopra di un altro materasso di dimensioni singole, con la parte tagliata rivolta verso la parete. A questo punto potete rivestire il vostro divano nella maniera che più vi piace, usando un telo matrimoniale o un vero copridivano, in tonalità pastello o dai colori vivaci, a stampe geometriche o floreali.

Tavolo da giardino in bancale riciclato

Vi serviranno: una lastra di compensato della misura desiderata per il vostro piano d’appoggio, un vecchio bancale, anche rotto, quattro perni per formare le gambe, un trapano, 12 viti, chiodi liquidi.
Rimuovete le doghe in legno dal bancale, tagliatele a pezzi regolari e mettetele sul compensato, formando una sorta di puzzle. Dopo aver riempito l’intera superficie, segnate i bordi delle stecche e rifilatele. Applicate i chiodi liquidi alle doghe e mettetele in posizione: lasciate asciugare per tutta la notte. Capovolgete il vostro piano e segnate i punti, dove dovranno essere posizionate le gambe, quindi avvitatele nella giusta posizione: per un maggior sostegno, prima di inserire le viti potrete passare una mano di colla. Raschiate leggermente i bordi e il top. Il vostro tavolo dal design rustico è pronto!

Pensile porta-oggetti in bancale
Con poche varianti al procedimento sopra indicato, potrete realizzare anche un pensile porta-oggetti per le spezie, i libri o la vostra collezione, da esporre in cucina o nella vostra zona giorno. Lasciatevi ispirare dai numerosi progetti, che potrete trovare in rete, ma ricordate di saldare sempre accuratamente gli elementi tra loro, per evitare che il peso degli oggetti riposti faccia crollare il vostro capolavoro: se volete eseguire un lavoro di particolare design, potrete impiegare una pistola per colla, capace di garantirvi una precisione assoluta, senza sbavature.

Barattoli come faretti
Volete conferire una luce diversa al vostro piano lavoro in cucina? Provate questa soluzione, semplice e soprattutto economica. Vi serviranno dei barattoli vuoti, come quelli degli omogeneizzati, uno per ciascun punto luce, viti autofilettanti, un avvitatore ed un trapano. Forate i coperchi dei vostri barattoli in maniera tale da permettere il passaggio dei cavi elettrici. Segnate sul muro i punti, dove volete far cadere i vostri punti luce e praticatevi un foro: con l’avvitatore fissate i coperchi nel punto desiderato. Collegate i cavi alle vostre lampadine (potete usarne anche di diversi colori), avvitate i vasetti ai tappi e il gioco è fatto.