Come ottimizzare gli spazi

Salvaspazio in cucina

Salvaspazio in cucina

Ottimizzare gli spazi: perché farlo?

Che si abbia a che fare con ambienti minimali o pieni di ornamenti, dal design moderno o tradizionale, da sempre ciò che accomuna ogni tipo di casa o giardino è una sola priorità: ottimizzare gli spazi.
Sfruttare al meglio gli spazi domestici non è un’esigenza solo di chi debba giostrarsi in pochi metri quadri, ma può migliorare un ambiente anche non necessariamente ridotto.
Spesso una parete, la disposizione del mobilio, le sorgenti di luce a disposizione, e il modo in cui tutti questi elementi entrano in rapporto tra loro possono mutare completamente la visione d’insieme dello spazio in questione.
Per non parlare poi di quelle stanze in cui spesso siamo costretti a stipare molte cose in spazi esigui, come ad esempio il bagno, oppure ingressi e spazi “di confine” tra i vari ambienti.

Il primo segreto per ottimizzare gli spazi: l’attenzione alle misure.
Sfruttare ogni angolo della propria casa, o del proprio giardino, non significa riporre in modo confusionario e senza ordine i vari oggetti con cui abbiamo a che fare.
Le misure sono molto importanti, per questo un metro a nastro sarà il migliore e imprescindibile punto di partenza per ogni lavoro.

Per ottimizzare gli spazi della cucina, ad esempio, è possibile disporre in maniera autonoma mensole e mobili necessari, così da poter scegliere le misure che più si confanno al nostro ambiente. Basterà procurarsi i giusti attrezzi, come ad esempio un avvitatore elettrico o a batteria. Questo strumento vi permetterà di fissare alla parete i vostri elementi di arredo, e di svolgere con facilità i vostri lavori di bricolage.

Un’altra soluzione salvaspazio è l’adozione di porte scorrevoli, ideali per non ingombrare l’ambiente circostante. La loro realizzazione e montatura richiede però pazienza e adeguati strumenti.

Se si vuole sfruttare al meglio una zona giorno non molto ampia, o adiacente ad altri ambienti, si può optare per un letto trasformabile. Esso presenta infatti, da un lato una suggestiva parete arredata, mentre dall’altro è apribile in un comodo letto matrimoniale. Senza rinunciare al comfort e all’eleganza, si avranno così due elementi d’arredo in uno.