Come scegliere la cassetta degli attrezzi

Cassetta degli attrezzi

Cassetta degli attrezzi

Una buona cassetta attrezzi contiene tutti gli utensili necessari per permettere di svolgere le attività più comuni all’interno di un ambiente domestico, produttivo o commerciale.
Essenzialmente, conservare i propri utensili all’interno di una cassetta degli attrezzi consente di massimizzare il proprio tempo in quanto li si ha sempre a propria disposizione e si evita di perdere minuti preziosi nella loro ricerca o, peggio ancora, di perderli e di doverli ricomprare, con conseguenze non trascurabili dal punto di vista economico.

Esistono in commercio moltissime tipologie di cassette degli attrezzi, ognuna delle quali è pensata e progettata appositamente per adattarsi ad un certo tipo di esigenza.
Le cassette degli attrezzi sono generalmente fatte di metallo, in alluminio o plastica dura e hanno un’apertura particolare che consente di alloggiare al loro interno un gran numero di utensili in uno spazio abbastanza contenuto.
A seconda della destinazione dell’uso per cui è progettata, ogni cassetta degli attrezzi contiene diverse tipologie di utensili, utili a soluzionare una determinata categoria di problemi o ad operare su di un certo gruppo di oggetti. A seconda della loro destinazione, le cassette degli attrezzi possono contenere da poche decine a oltre cento utensili differenti.
Nonostante questa grande varietà nel contenuto, esistono alcuni utensili imprescindibili all’interno di qualsiasi tipologia di cassetta degli attrezzi in quanto sono indispensabili per svolgere ogni tipo di attività.

Un martello di medie dimensioni, con manico di legno/resina e corpo in metallo è indispensabile all’interno di qualsiasi tipologia di cassetta degli attrezzi. In ogni caso, è consigliabile aggiungere un martello piccolo per tutti quei lavori di precisione in cui è indispensabile dosare con cautela la forza.

Un’altro accessorio essenziale all’interno di ogni cassetta degli attrezzi è il set di cacciaviti. E’ importante che sia composto da almeno 6 cacciaviti di dimensioni diverse e forme diverse, la metà piatti e l’altra metà a stella e torx, per adattarsi a tutte le tipologie di viti. Per coloro che lavorano in spazi ristretti, può essere molto utile prediligere i modelli con punta magnetizzata, o eventualmente acquistare un magnetizzatore, che consente di non perdere le viti. Per risparmiare spazio si può in alternativa optare per i modelli con punta intercambiabile, con l’impugnatura che si può sfilare per cambiare da punta piatta a punta a stella a torx o brugola.

Kit base

Kit base

All’interno di una buona cassetta degli attrezzi è poi indispensabile la presenza di alcune chiavi a brugola, utili ad avvitare/svitare le viti di questo tipo.
Il kit dovrebbe poi essere ampliato con una serie di chiavi inglesi e da almeno un paio di pinze di dimensioni differenti.
Lime, una forbice da elettricista, un seghetto, un metro a rotolo e una piccola livella completano il kit base di ogni cassetta degli attrezzi.
A seconda delle necessità, si possono aggiungere utensili elettrici che però è bene conservare separatamente: trapani, compressori, avvitatori, seghe, flessibili.

Al momento di dover scegliere la cassetta degli attrezzi più adatta alle proprie esigenze è sempre consigliabile non risparmiare sulla qualità. Utensili di bassa qualità infatti, pur essendo molto più economici di quelli di marca, spesso sono estremamente fragili e hanno una durata ridotta nel tempo, che obbliga a riacquistarli dopo poco. Al contrario, acquistando una cassetta contenente attrezzi di alta qualità, si fa un vero e proprio investimento duraturo nel corso del tempo, che consentirà di non dover pensare per diversi anni all’acquisto di nuovi utensili.
In ogni caso, se si è indecisi sull’utilità o meno di un certo utensile, è bene verificarlo attentamente prima di procedere con l’acquisto. Infatti, se non si prevede un uso particolarmente intensivo di un certo attrezzo, è preferibile rimandare il suo acquisto e munirsi solamente di un kit ‘essenziale’ di utensili da integrare eventualmente nel corso del tempo.