Consigli per l’utilizzo del decespugliatore

Consigli per l'utilizzo del Decespugliatore

Consigli per l’utilizzo del Decespugliatore

Per chi ha un giardino il decespugliatore è uno strumento fondamentale per prendersi cura del prato in maniera attenta e accurata. I decespugliatori sia elettrici che con motore scoppio riescono a eliminare senza problemi anche fitte sterpaglie. Neppure l’erba alta rappresenta un problema. Sono ideali inoltre, per i lavori di taglio vicino a muri, steccati e altri ostacoli.

Prima di acquistare uno strumento come questo, è importante farsi consigliare e sapere quale è meglio utilizzare per il proprio giardino. Per un giardino medio-piccolo ci si può orientare verso i trimmer elettrici o a batteria, leggeri e pratici; mentre per superfici medie o grandi è preferibile scegliere un decespugliatore a motore, con prestazioni elevate. A seconda poi dei gusti o delle esigenze dell’utilizzatore si potranno scegliere le varie dotazioni: testina con filo o lama in metallo (in alcuni modelli sono entrambe in dotazione), impugnatura doppia o impugnatura semplice.
Una volta che si è acquistato lo strumento è tempo di mettersi finalmente all’opera: impugnando il decespugliatore ci si renderà immediatamente conto che si può scegliere con comodità l’altezza a cui si vuole lavorare, preferendo un taglio alla base oppure a un’altezza diversa. Solitamente, quando si vogliono tagliare le erbacce, si taglia al livello del terreno alla misura più corta che si riesce. Ovviamente, trattandosi di uno strumento completamente manovrabile dal conducente, non esistono limiti di pendenza, infatti può essere utilizzato sia su terreni piani che su terreni scoscesi con la stessa efficacia, è sufficiente regolare l’altezza e la posizione di lavoro. Lavorando in pendenza è importante procedere ordinatamente dal basso verso l’alto, facendo in modo che l’erba tagliata cada verso il basso, facendo attenzione a non ripassare dove si è già lavorato, operando da destra verso sinistra.

E’ inoltre importante prestare attenzione al filo che si utilizza. In commercio ne esistono di diversi tipi che si differenziano per flessibilità, diametro e forma. Scegliere il tipo di filo corretto, valutando il tipo di erba da falciare, ma anche il modello di decespugliatore utilizzato, eviterà continue rotture del filo stesso favorendo un lavoro meno frastagliato e più fluido.

Il decespugliatore è perfetto anche per i tagli di precisione nelle vicinanze di strutture verticali in muratura, specialmente nei modelli con sistema di taglio con filo di nylon.

Ricordiamo che usare un decespugliatore comporta dei rischi che spesso vengono ignorati.
Si deve pensare che questa è una macchina da taglio che lavora a velocità elevatissime: è quindi piuttosto facile che qualche vegetale reciso o piccola pietra possa arrivare a colpire il viso o il corpo dell’operatore, che se non adeguatamente protetto, rischia di farsi male.

Per lavorare con il decespugliatore è importante avere sempre almeno gli occhiali di protezione, anche se sarebbe preferita la maschera che copre completamente il volto e le zone sensibili; non devono mai mancare i guanti e un grembiule in materiale rinforzato per la zona frontale del corpo. In più, visto che si tratta di macchinari che funzionano nella maggior parte dei casi mediante motore a scoppio o che, comunque, producono un rumore elevato, vengono consigliate anche le cuffie per attutire il suono. Consigliamo inoltre di tenere distanti i bambini e gli animali domestici.