Guida all’acquisto dei banchi di lavoro

La scelta di un tavolo da lavoro è una cosa semplice, ma ci sono degli errori che molta gente tende a commettere per la fretta, o per risparmiare. Con pochi accorgimenti, si potrà lavorare in perfetto relax e mantenere un tavolo in condizioni perfette per molti anni.

Banco da lavoro Beta

Banco da lavoro Beta

   Le caratteristiche fisiche.

Per prima cosa, è molto importante scegliere il colore del tavolo. Non è un semplice vezzo estetico, ma un tavolo di colore  troppo chiaro rischia di “illuminare” troppo il vostro ambiente di lavoro, ed affaticare subito la vostra vista. Ciò risulta  particolarmente spiacevole nel caso che lavoriate su disegni o con oggetti microscopici (come nel caso dell’elettronica), e vi  impedirebbe di proseguire il vostro lavoro per il tempo necessario. Meglio che la luce derivi da fonti naturali, come una  finestra,  oppure da fonti artificiali correttamente disposte. Non fate nemmeno l’errore di scegliere il tavolo in base ad una  funzione puramente estetica. Moltissimi legni sono estremamente delicati, e si rovinano già con la grafite delle matite ed i  trucioli di gomma, figuriamoci a contatto con chiodi, trucioli ed eventuali prodotti chimici come acquaragia e collanti.
La superficie del tavolo dev’essere in materiale multistrato, molto resistente ai graffi ed agli urti. Per evitare spiacevoli incidenti  con il fai-da-te, esistono in commercio tavoli già predisposti per l’installazione delle morse da officina.

  Cassetti ed accessori.

Un tavolo da lavoro normalmente ha già in dotazione una cassettiera, ma è meglio acquistarne uno predisposto per l’eventuale  inserimento di una seconda se con il tempo avremo bisogno di molto più spazio di quanto pensassimo all’inizio.

I cassetti sono inoltre preferibili con una chiusura a chiavistello, per mantenere eventuali oggetti pericolosi fuori dalla portata dei bambini. Le cassettiere Beta sono già predisposte di chiusura a chiave centralizzata.

E’ consigliabile organizzare gli spazi dei cassetti utilizzando dei termoformati nei quali gli utensili saranno sempre in ordine e a portata di mano. Potete scegliere tra le versioni in plastica rigida o in materiale soft, inoltre potrete acquistarli vuoti per poi riempirli con utensili che avete già in uso oppure potrete acquistare i termoformati già completi di attrezzi.

È infine possibile aggiungere ulteriore spazio con delle cassettiere laterali o dei carrelli.

I bauli sono sconsigliati per via dell’eccessivo ingombro sul posto di lavoro, ma possono essere molto utili a chi ha la necessita di trasportare attrezzatura anche molto ingombrante su cantieri o aree di lavoro esterne.